martedì 7 settembre 2010

Autunno, letargo e Fiori di Bach

Ma è proprio vero, come dice la notizia ansa, che lo pseudo letargo che ci prende all'inizio dell'autunno è una forma di depressione? E se fosse, semplicemente, un cambio di marcia che ci permette di rallentare e di essere più riflessivi intorno alle esperienze estive appena trascorse?
Comunque sia, voglio regalare un mazzo di fiori a tutti coloro che si sentono in stagione e che si preparano al letargo, oppure che cercano "pasta e pizza" per mettere su un po' di ciccia a protezione dal freddo invernale.
Scleranthus: la costanza sarà di aiuto nel non scoraggiarsi alle prime giornate buie. Un giorno dopo l'altro, apprezzando i colori della stagione.
Centaury: la forza di Centaury aiuterà il corpo energetico a essere meno permeabile alla tristezza delle piante che perdono le foglie, dei fiori che si trasformano, della natura che lascia andare la gioia dell'estate.

Ma, e...quella riflessione di cui parlavo, a proposito delle esperienze estive, dei nuovi incontri, dei viaggi? Eccovi allora, a completare il mazzo di fiori, dei piccoli occhi santi (gli occhi della Madonna) per vedere bene tutte le occasioni in cui ci si è forse arrabbiati o irritati, e per capire e lasciare andare.

1 commento:

  1. I fiori sono un grande aiuto nel cambio di stagione... brava!

    RispondiElimina